Cookie Policy

La presente Cookie Policy è relativa al sito www.Fiabesumisura.it(“Sito”) gestito e operato da Esposito Gloria.

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Lavori di classe sulla fiaba Blu come Biagio

A conclusione del nostro lavoro di quest’anno sulla produzione del testo, prendiamo in esame una storia inviataci da Gilberto Germani e Gloria Esposito e intitolata Blu come Biagio.
Dopo un’attenta lettura di questo testo, lo analizzeremo nelle sue parti in base alle conoscenze che abbiamo fin qui acquisito.

Analisi del testo - livello referenziale.

- Quali tipi di descrizioni avete trovato?
Le descrizioni presenti nella storia sono due: la descrizione della casa (cioè la descrizione di un ambiente e di una cosa) e la descrizione della strega (cioè la descrizione di una persona).

- Quali dati descrittivi prevalgono?
I dati descrittivi prevalenti sono i dati visivi.

- Questo testo narrativo è una fiaba: da quali elementi tipici lo capite?
Questo testo è proprio una fiaba: lo capiamo dal fatto che è un testo di fantasia (cioè non è reale), dove non manca la presenza della strega e della magia.
La prova da superare e il superamento della prova grazie agli aiutanti e il lieto fine. Il testo inoltre è nato dalla fantasia degli autori allo scopo di divertire la nipotina di Gilberto.

- Qual è il protagonista? Il bene.
Il protagonista è Biagio: un ragazzo buono e gentile, diventato blu perché vittima di un maleficio della strega.

- Chi è l’antagonista? Il male.
L’antagonista è la strega.

- Quali sono i personaggi secondari?
Gli aiutanti sono il cane Gerolamo e la gatta Rebecca. I personaggi secondari, oltre a quelli già citati, non sono rammentati nella storia.

Analisi del testo – livello interpretativo o inferenziale.

- Perché Biagio viveva isolato da tutti e da tutto? Di che cosa si vergognava?
Biagio viveva isolato da tutto e da tutti perché si vergognava di essere diventato blu, cioè diverso da tutti.

- Sentirsi diverso è per voi un motivo di vergogna? Chi sono secondo voi i “diversi” nella realtà?
Dopo una breve indagine fatta in classe, abbiamo verificato che per molti di noi “diversi siamo tutti”, poiché ciascuno di noi ha: aspetto fisico, carattere, idee, modo di rapportarsi agli altri diversi dai suoi simili.

- Come considerate il gatto e il cane ed il loro comportamento nei riguardi di Biagio?
Consideriamo il gatto e il cane due amici molto affettuosi verso Biagio oltre che generosi e altruisti.

- Pur essendo una fiaba, che di solito non precisa il tempo, in questo testo ci sono dati temporali ben precisi: trovateli.
I dati temporali presenti nella storia sono a pagina 3 dove si dice: “Circa due anni fa nel mese di settembre”.

- Nell’intento degli autori c’era secondo te solo il desiderio di divertire il lettore o di insegnargli anche qualcosa che arricchirà le sue conoscenze?
Nell’intento degli autori c’era sicuramente il desiderio di divertire il lettore, ma anche la voglia di insegnare qualcosa di utile per arricchire le sue conoscenza riguardo la formazione dei colori primari e secondari.

Quali nuove parole avete incontrato leggendo la storia?
Cesellata = incisa o scolpita
Rupestri = paesaggi costituiti da rocce
Delimitato = circoscritto
Sinistro = riferito a luogo pauroso e lugubre
Bivio = punto in cui una strada si biforca (si divide in due direzioni)

- Esprimete il vostro parere personale sulla storia che spiega il motivo per cui vi è piaciuta o no.
Questa storia ci è piaciuta perché i due animali sono molto affettuosi e bravi con Biagio e anche perché nella storia c’è un po’ di magia che a noi piace molto.

- Immaginate di dare un finale diverso alla storia e scrivetelo.
Noi daremmo questo finale alla storia: il cane Gerolamo e la gatta Rebecca recuperano la pietra che la strega aveva chiesto. All’alba gli animali vanno dalla strega, le consegnano la pietra e le dicono che non vogliono avere un aspetto da gatta o da cane di razza ecc., ma vogliono che Biagio ritorni normale come tutto ciò che possiede.